AVIAZIONE MILITARE ITALIANA         

                                                  Forze Aeree dell'Aviazione Militare Italiana, Divulgazione aeronautica, Aerotecnica, Gallerie

 Storia  |  Aeronautica Militare   |  Aviazione Navale  |   Gallery   |   Nato   |  Aviazione Esercito    |   Croce Rossa   |    Aerotecnica  |  Portale Forze Armate

       

                          

 AERONAUTICA MILITARE ITALIANA

L’Aeronautica Militare Italiana ha il compito primario di tutelare la sovranità nazionale attraverso la difesa aerea dei cieli e dei mari sul territorio nazionale, garantendo l’appoggio tattico alle Forze Armate di superficie, Esercito e Marina. Inoltre in

cooperazione con gli altri Paesi della Nato si garantisce la sicurezza comune dell’Alleanza Atlantica. L’Aeronautica Militare Italiana svolge anche altri compiti sia militari che civili come l’assistenza al traffico aereo, il Servizio Meteorologico, il Soccorso Aereo, la partecipazione alle attività di ricerca e sperimentazione in tutti i settori tecnologici in particolare nel campo delle costruzioni aeronautiche e della esplorazione spaziale.    (Contatti)

Le Forze Aeree  dell'Aviazione Militare Italiana oltre l'Aeronautica Militare, comprendono l'Aviazione Navale, l'Aviazione dell'Esercito (AVES) ed i reparti volo di supporto: Servizio Aereo Carabinieri e Servizio Aereo Guardia di Finanza.

                       

LA RIDUZIONE DEL NUMERO DEI PARLAMENTARI......

PERCHÈ?

Il governo dimissionario come ultimo atto voleva approvare una diminuzione di 350 parlamentari; sembra che sia anche tra gli obbiettivi del nuovo governo. Ma perché ? come mai tutta questa urgenza senza nemmeno informare l’opinione pubblica sulle motivazioni ? ….sarà forse per ridurre le spese, per rendere più dinamica l’attività parlamentale?.....forse. Però di recente nel 2016 si è fatto un referendum col quale gli elettori hanno bocciato il progetto di riduzione del numero parlamentari e di una nuova legge elettorale con premi di maggioranza e sbarramenti. Allora prendemmo una netta posizione contro tali riforme in difesa dello spirito costituzionale. Riportiamo parte dell’articolo pubblicato prima del referendum :

 

“…….Siamo costretti a denunciare un tentativo di monopolizzazione dell'attività politica in quanto i piccoli partiti, movimenti non hanno nessuna possibilità di avere una rappresentanza diretta in parlamento ma saranno sempre assoggettati alle grandi coalizioni. ( Notare Il premio di maggioranza di 340 seggi su 630 con i 290 seggi rimanenti assegnati agli altri partiti con lo sbarramento per entrare in parlamento fissata al 3 per cento. Il Senato molto ridotto non viene più eletto direttamente ). Questo in disaccordo con lo spirito dell'Art.2, e Art.49 ( Art.2 - La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale ), (Art.49 - Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale ). In poche parole se un cittadino volesse fare politica deve essere iscritto a dei grandi partiti di coalizione, altrimenti sarà completamente invisibile nella società. La riduzione della spesa pubblica ottenuta riducendo il numero dei parlamentari non è significativa rispetto all'enormi somme spese che non danno frutto ed ad altre “fenomenologie”..... La Costituzione stabilisce che la sovranità appartiene al Popolo Italiano che la esercita attraverso i suoi rappresentanti per cui una diminuzione dei parlamentari ridurrebbe la rappresentatività del Popolo Italiano, esponendo maggiormente il Governo a manovre occulte di controllo, di corruzione, di vessazioni interne ed esterne al Paese. Il rischio di un Governo non più al servizio dei cittadini ma invece gestore di potere, di un potere occultato è reale…..”

 

La situazione oggi non è cambiata: la riduzione di ben 350 parlamentari farebbe perdere la capacità di rappresentatività parlamentare; cancellerebbe ogni possibilità di accesso ai piccoli movimenti alla politica determinando dei monopoli politici ( la democrazia vuole la pluralità e non certo i tripoli, bipoli o peggio i monopoli) ; il costo di questi 350 parlamentari è trascurabile rispetto la somma totale di spesa pubblica (non si può mercanteggiare col diritto alla democrazia, coi principi fondanti la nostra Repubblica) ; il parlamento sarebbe più facilmente controllabile ( semplicemente diremmo che è più facile controllare 5 persone che dieci); il parlamento non aumenterebbe di efficienza perché il lavoro del governo dipende dalle capacità individuali di tutti i rappresentanti (se un governo è deludente non è per colpa della Costituzione, ma per colpa dei rappresentanti nel governo, incapaci ad affrontare i problemi in maniera adeguata); il popolo Italiano ha già espresso contrarietà nel referendum del 2016.

 

Per cui siamo fortemente contrari alla riduzione del numero dei parlamentari. Se un governo non riesce a sviluppare economicamente e socialmente il Paese, ed a ridurre il deficit, allora si dovrebbe semplicemente dimettere senza dare la colpa agli articoli della Costituzione.   

  Firma : Carlo Convertino  5 settembre 2019

ARCHIVIO DOCUMENTI

Raccolta di documenti pubblicati sui siti web Aviazione -Italiana.it e Aeronautica - Italiana.it consistenti in articoli o documenti già pubblicati.

 

                          
                                     
      * ALBO COMANDANTI FORZE ARMATE *
                      *  ARMA CARABINIERI *
            * GALLERIA FORZE ARMATE*
                    * GUARDIA DI FINANZA  *

   

 

                                                                                  
                                                      AERONAUTICA MILITARE ITALIANA
                                                               AVIAZIONE NAVALE
                                                 AVIAZIONE ESERCITO
                                                  SERVIZIO AEREO CARABINIERI
                                      SERVIZIO AEREO GUARDIA DI FINANZA
 

  

 

    AVIAZIONE - ITALIANA .IT

      

 * *  STORIA AERONAUTICA MILITARE ITALIANA  * *

   * STORIA *

 

                                                              Si ringrazia L'AERONAUTICA MILITARE ITALIANA per le fotografie           


    Storia | Aeronautica Militare  | Aviazione Navale |  Gallery  |  Nato |  Aviazione Esercito  |  Croce Rossa   | Aerotecnica  |  Portale Forze Armate 

                                                                                           AVIAZIONE  MILITARE ITALIANA
                                                                                     PROPRIETÀ ARTISTICA E LETTERARIA RISERVATA